Mark Zuckerberg ha donato $419 milioni per aiutare a eleggere Biden nel 2020

Secondo i rapporti, il CEO di Facebook Mark Zuckerberg ha versato centinaia di milioni di dollari del proprio denaro in gruppi pro-democratici che hanno aiutato Joe Biden a vincere le elezioni del 2020.

Zuckerberg, 37 anni, e sua moglie Priscilla Chan, 36 anni, hanno donato ben 420 milioni di dollari a organizzazioni non profit che hanno aiutato nell’amministrazione e nell’infrastruttura delle elezioni presidenziali nelle contee gestite dai democratici. 

I multimiliardari magnati della Big Tech hanno versato 419,5 milioni di dollari al Centro per la tecnologia e la vita civica (CTCL) e al Centro per l’innovazione e la ricerca elettorale (CEIR), organizzazioni non profit che hanno fornito sovvenzioni per aiutare a far vincere gli elettori democratici.

Nypost.com riporta: CTCL e CEIR ha spiegato in modo molto dettagliato le condizioni in base alle quali il denaro della sovvenzione doveva essere utilizzato.

Non si tratta di democratici che spendono di più dei repubblicani. Il finanziamento privato dell’amministrazione elettorale era praticamente sconosciuto nel sistema politico americano prima delle elezioni del 2020.

I grandi soldi del CTCL e del CEIR non avevano nulla a che fare con i tradizionali finanziamenti della campagna elettorale, il lobbismo o altre spese legate a elezioni moderne sempre più costose. Si trattava di finanziare l’infiltrazione negli uffici elettorali a livello di città e contea da parte di attivisti di sinistra e di utilizzare quegli uffici come piattaforma per implementare pratiche amministrative preferite, metodi di voto e accordi di condivisione dei dati, nonché per avviare un’intensa attività di sensibilizzazione campagne in aree piene di elettori democratici.

Ad esempio, il CTCL/CEIR ha finanziato gli autodescritti “navigatori del voto” nel Wisconsin per “assistere gli elettori, potenzialmente alle porte di casa, per rispondere alle domande, assistere nella correzione delle schede elettorali … e testimoniare le firme delle schede elettorali assenti” e un’agenzia di personale temporaneo affiliata con Stacey Abrams ha chiamato Happy Faces contando i voti nel caos della notte elettorale nella contea di Fulton, in Georgia.

Il CTCL ha chiesto la promozione del voto per corrispondenza universale sospendendo le leggi elettorali, estendendo le scadenze che hanno favorito il voto per corrispondenza rispetto al voto di persona, ampliando notevolmente le opportunità di “correzione del voto”, costose spedizioni di massa e altri lussuosi programmi di “sensibilizzazione della comunità” che erano diretti da attivisti privati.

Il CTCL ha guidato la proliferazione di cassette postali private non monitorate (che hanno creato importanti problemi di catena di custodia) e opportunità per nuove forme di “promozione elettorale per corrispondenza”, ha consentito la presentazione di numerose votazioni discutibili post-elettorali e ha creato possibilità di scrutinio illegale.

Il CTCL ha notevolmente aumentato i finanziamenti per il personale temporaneo e i sondaggisti, che hanno sostenuto l’infiltrazione negli uffici elettorali di attivisti pagati del Partito Democratico, coordinati attraverso una complessa rete di organizzazioni senza scopo di lucro di sinistra, piattaforme di social media e influencer elettorali dei social media.

La quantità di denaro aggiuntivo che questi gruppi hanno versato negli uffici elettorali nelle aree di voto democratico è stata davvero sbalorditiva. Per dirla in prospettiva, i fondi integrativi federali e statali per le spese elettorali relative al COVID-19 nel 2020 sono stati pari a 479,5 milioni di dollari.
Il denaro di CTCL e CEIR è stato di 419,5 milioni di dollari.

Queste due organizzazioni senza scopo di lucro private sono state responsabili di un aumento dell’85 percento dei fondi elettorali aggiuntivi totali, e questa generosità si è concentrata in un numero relativamente piccolo di comuni fortemente democratici.

Sebbene CTCL e CEIR siano noleggiate come società 501 (c) (3) apartitiche, la nostra ricerca suggerisce che la spesa che ha avuto luogo nel 2020 è stata altamente partigiana nella sua distribuzione e nei suoi effetti.

Delle 25 sovvenzioni fornite da CTCL a città e contee in Arizona, Georgia, Michigan, Carolina del Nord, Pennsylvania, Texas e Virginia pari o superiori a 1 milione di dollari, 23 sono andate ad aree vinte da Biden nel 2020. Una delle due contee vinte da Donald Trump , Brown County, Wisconsin, ha ricevuto circa 1,1 milioni di dollari, meno dell’1,2% degli 87,5 milioni di dollari che CTCL ha fornito a questi primi 25 destinatari.

Ma anche nella contea di Brown, nel Wisconsin, dove si trova Green Bay, fortemente democratica, le disparità di finanziamento sono evidenti. La legislatura del Wisconsin ha fornito circa 7 dollari per elettore alla città di Green Bay per gestire le elezioni del 2020. Le contee rurali del Wisconsin hanno ricevuto circa $ 4 per elettore.

I fondi CTCL hanno aumentato le risorse di Green Bay votate dai Democratici a 47 dollari per elettore, mentre la maggior parte delle aree rurali aveva ancora gli stessi 4 dollari per elettore. Disparità di finanziamento simili si sono verificate vicino a Detroit, Atlanta, Filadelfia, Pittsburgh, Flint, Mich., Dallas, Houston e altre città che hanno ricevuto decine di milioni di dollari di denaro CTCL.

L’analisi preliminare mostra che questo obiettivo di parte dei finanziamenti CTCL è stato ripetuto negli stati campo di battaglia in tutto il paese. Il nostro primo caso di studio, tuttavia, esamina l’effetto della spesa CTCL sulle elezioni del 2020 in Texas.

La figura seguente mostra le contee che hanno ricevuto la spesa CTCL classificate per spesa CTCL pro capite in Texas. Come si può facilmente vedere, le contee con i più alti livelli pro capite di spesa CTCL erano le contee democratiche.

Va notato che la contea di Tarrant, che contiene Fort Worth, è elencata come contea repubblicana ma è diventata democratica nel 2020. Le contee esurbane di Denton e Collin del DFW, che sono solidamente repubblicane, non sono incluse qui perché non hanno ricevuto finanziamenti CTCL.

Finanziare e gestire le elezioni è sempre stata una funzione del governo, non privata, e per una buona ragione. Le organizzazioni private non sono soggette alle regole per i dipendenti e le istituzioni pubbliche – non sono tenute a tenere udienze pubbliche, non possono essere monitorate tramite richieste a verbale e altri meccanismi di trasparenza amministrativa e finanziaria, non sono soggette ai normali controlli e equilibri di il processo governativo e non sono responsabili nei confronti degli elettori se il pubblico disapprova le loro azioni.

L’effetto pratico di queste enormi disparità di finanziamento degli uffici elettorali manipolati privatamente è stato quello di creare un sistema elettorale “ombra” con un pregiudizio strutturale incorporato che ha favorito sistematicamente gli elettori democratici rispetto agli elettori repubblicani. Il massiccio afflusso di fondi ha essenzialmente creato per Biden uno sforzo di ottenere il voto ad alta potenza, simile a un portiere, che ha avuto luogo all’interno del sistema elettorale, piuttosto che tentare di influenzarlo dall’esterno.

Lo chiamiamo l’iniezione di pregiudizi strutturali nelle elezioni del 2020 e la nostra analisi mostra che probabilmente ha generato abbastanza voti aggiuntivi per Biden per assicurarsi una vittoria del collegio elettorale nel 2020.

I nostri risultati preliminari in Georgia e Wisconsin suggeriscono un impatto simile sul margine di voto di Biden dalla spesa CTCL. E la spesa in quegli stati era probabilmente abbastanza grande e abbastanza mirata da averli spostati nella colonna di Biden.

Questo progetto di ricerca e analisi culminerà nella creazione di una mappa elettorale controfattuale basata sui risultati combinati della nostra analisi stato per stato. Rifletterà come sarebbero stati i risultati elettorali dopo lo scrutinio legale se CTCL e CEIR non avessero speso i loro 419,5 milioni di dollari nel 2020.

Abbiamo buone ragioni per anticipare che i risultati del nostro lavoro mostreranno che il coinvolgimento di CTCL e CEIR nelle elezioni del 2020 ha dato origine a un’elezione che, sebbene libera, non è stata equa. Le elezioni del 2020 non sono state rubate, probabilmente sono state acquistate con denaro versato attraverso scappatoie legali.

Fonte: NewsPunch

Se hai trovato l'articolo interessante aiutaci a condividerlo:

Commenta: