Rettiloidi al timone delle Nazioni Unite: “Rettiliano” fa una conferenza sugli aspetti negativi dell’estinzione

Un dinosauro in CGI che parla con la voce dell’attore Jack Black è stato al centro dell’attenzione alla camera dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite per dire ai politici di smettere di sovvenzionare i combustibili fossili e fare di più per affrontare il cambiamento climatico.

Frankie the Dino parla all’ONU. 
Screenshot da un video del Programma di sviluppo delle Nazioni Unite.

La breve clip è stata rilasciata dal Programma di sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP) come fulcro della sua campagna di sensibilizzazione pubblica “Non scegliere l’estinzione”. Il rettile delle dimensioni di un orso polare è stato mostrato sorprendentemente a un incontro delle Nazioni Unite con il suo aspetto impressionante, dove legge come l’estinzione come specie sia un risultato davvero negativo.

“Almeno noi avevamo un asteroide. Quale è la tua scusa?” dice il dinosauro, scagliandosi contro i sussidi governativi ai combustibili fossili, che un rapporto delle Nazioni Unite di accompagnamento stima in circa 423 miliardi di dollari all’anno.

Immagina se avessimo speso centinaia di miliardi all’anno per sovvenzionare meteore giganti. Questo è quello che stai facendo adesso!

Il denaro sarebbe speso meglio per alleviare la povertà e contrastare il cambiamento climatico, ha sostenuto l’ONU- con il suo dinosauro. “Non scegliere l’estinzione. Salva la tua specie prima che sia troppo tardi. È tempo per voi umani di smettere di inventare scuse e iniziare a fare cambiamenti”, ha concluso il messaggio, suscitando una standing ovation dal pubblico dei mammiferi.

Mentre molte persone hanno affermato che l’avvertimento sembrava abbastanza convincente, specialmente con la versione inglese fornita dalla voce dell’amato attore Jack Black, molti altri hanno colto l’occasione per sparare alcune battute finali. Per alcuni, l’aspetto umoristico del video era che le persone lucertola potrebbero essere “reali” e governare già il mondo o stanno pianificando un’acquisizione.

Altri l’hanno trovata una buona scusa per colpire la Cina, basandosi sull’attuale contributo del paese alle emissioni di gas serra. O per attaccare sia l’ONU che la Cina in un unico pacchetto, a causa dello status non riconosciuto di Taiwan all’ONU.

Molti hanno trovato il cortometraggio ironico troppo riduttivo e sciocco per trasmettere correttamente il suo messaggio. Un commentatore sarcastico ha detto che ha ricordato loro una scena del film commedia satirico del 2006 “Idiocracy”, che ha visto gli americani in un lontano futuro credere che i buoni dinosauri statunitensi avessero sconfitto i cattivi dinosauri nazisti nel 20 ° secolo, che ha portato alla creazione delle Nazioni Unite ( pronunciato ‘un’).

I produttori del video sicuramente non miravano a nessuna pretesa di accuratezza scientifica con il loro protagonista “Frankie the Dino”.

L’oratore a sorpresa dovrebbe essere un “Utahraptor di 70 milioni di anni” che non ha nemmeno piume, cosa che gli scienziati ritengono che probabilmente possedessero i veri membri della specie.

“Volevamo inventare qualcosa di un po’ diverso, un po’ coinvolgente e con un grande messaggio che fosse un messaggio di speranza”, ha spiegato all’Associated Press il capo delle comunicazioni dell’UNDP Anjali Kwatra.

“C’è una crisi, dobbiamo agire, ma abbiamo le soluzioni. Sappiamo cosa fare e possiamo farlo”.

La complessità della questione dei sussidi ai combustibili fossili è stata riconosciuta dal capo dell’UNDP Achim Steiner. “Terminare il sostegno finanziario per loro in un modo giusto ed equo è un elemento critico della transizione [provocata]”, ha ammesso.

I paesi in via di sviluppo non sono affatto vicini alle loro controparti sviluppate in termini di emissioni storiche e non hanno beneficiato di secoli di crescita economica industrializzata alimentata dai fossili.

Fonte: HumansAreFree

Se hai trovato l'articolo interessante aiutaci a condividerlo:

Commenta: