Tutti i leader mondiali servono il Nuovo Ordine Mondiale

“Da quando sono entrato in politica, mi sono state confidate principalmente le opinioni degli uomini in privato. Alcuni dei più grandi uomini degli Stati Uniti, nel campo del commercio e della manifattura, hanno paura di qualcosa. Sanno che c’è un potere da qualche parte così organizzato, così sottile, così vigile, così interconnesso, così completo, così pervasivo, che è meglio che non parlino al di sopra del loro respiro quando lo condannano. – Woodrow Wilson, 28° Presidente degli Stati Uniti (1856-1924)

“Quindi vedi, mio ​​caro Coningsby, che il mondo è governato da personaggi molto diversi da quello che immaginano quelli che non stanno dietro le quinte.” – Benjamin Disraeli, primo ministro britannico (1804-1881)

L’avvento della rivoluzione industriale, l’invenzione di un sistema bancario basato sull’usura e i progressi scientifici e tecnologici degli ultimi tre secoli hanno avuto tre conseguenze principali. Questi hanno reso possibile l’incredibile concentrazione della ricchezza in poche mani, hanno portato alla costruzione di armi sempre più letali culminate in armi di distruzione di massa, e hanno permesso di plasmare le menti di vaste popolazioni mediante l’applicazione di tecniche scientifiche attraverso i media e controllo del sistema educativo.

Le famiglie più ricche del pianeta Terra dettano legge in ogni grande sconvolgimento che causano. La loro sfera di attività si estende su tutto il globo, e anche oltre, la loro ambizione e avidità di ricchezza e potere non conosce limiti, e per loro, la maggior parte dell’umanità è spazzatura – “spazzatura umana”. Il loro obiettivo è anche spopolare il globo e mantenere una popolazione molto più bassa rispetto a quella che abbiamo ora.

Fu il barone Nathan Mayer de Rothschild (1840-1915) a dire una volta:

“Non mi interessa quale burattino viene posto sul trono d’Inghilterra per governare l’Impero Britannico su cui il sole non tramonta mai. L’uomo che controlla l’offerta di moneta britannica controlla l’impero britannico e io controllo l’offerta di moneta britannica”.

Ciò che era vero per l’Impero britannico è altrettanto vero per l’Impero statunitense, controllato a distanza dall’Elite con sede a Londra attraverso il Federal Reserve System. A giudicare dalle sue conseguenze, il Federal Reserve System è il più grande truffatore della storia umana.

È triste che la costruzione più bella dell’uomo e la fonte della maggior parte del potere e della ricchezza sulla terra, vale a dire. la conoscenza scientifica – l’espressione più sublime, più potente e più organizzata del dono intrinseco dell’uomo di pensiero, meraviglia e soggezione – divenne uno strumento per sottomettere l’umanità, uno strumento molto pericoloso nelle mani di un piccolo gruppo di uomini. Questi uomini “assumono” lo scienziato e tolgono, di diritto, il potere che lo scienziato crea attraverso le sue invenzioni. Questo potere viene quindi utilizzato per i propri scopi, con un immenso costo umano e materiale per l’umanità. L’obiettivo di questa manciata di uomini, i membri delle famiglie più ricche del pianeta, l’Elite, è un Nuovo Ordine Mondiale, un governo mondiale unico, sotto il loro controllo.

La segretezza e l’anonimato sono parte integrante delle operazioni dell’Elite, così come l’assoluta spietatezza, l’inganno profondo, lo spionaggio e il ricatto.

L’Elite mette le nazioni l’una contro l’altra e mira alla distruzione della religione e di altri valori tradizionali, crea il caos, diffonde deliberatamente povertà e miseria e poi usurpa il potere mettendo al suo posto i suoi tirapiedi. Queste famiglie “comprano mentre il sangue scorre ancora nelle strade” (Rothschild). Guerre, “rivoluzioni” e omicidi fanno parte delle loro tattiche per distruggere la civiltà tradizionale e le religioni tradizionali (come nella Russia sovietica), accumulare ricchezza e potere, eliminare gli avversari e procedere senza sosta verso il loro obiettivo dichiarato, generazione dopo generazione. Operano attraverso società e organizzazioni nascoste e palesi.

Il professor Carroll Quigley scrisse:

I poteri del capitalismo finanziario avevano un’altro obiettivo di vasta portata, nientemeno che creare un sistema mondiale di controllo finanziario in mani private per poter dominare il sistema politico di ogni paese e l’economia del mondo nel suo insieme. Questo sistema doveva essere controllato in modo feudale dalle banche centrali del mondo che agiscono concretamente, mediante accordi segreti, raggiunti in riunioni e conferenze private… La crescita del capitalismo finanziario ha reso possibile una centralizzazione del controllo economico mondiale, portando l’uso di tale potere a diretto vantaggio dei finanziatori e a danno indiretto di tutti gli altri gruppi economici.

Winston Churchill, che alla fine fu “annoiato da tutto”, scrisse intorno al 1920:

Dai giorni di Spartacus-Weishaupt a quelli di Karl Marx, a quelli di Trotsky, Bela Kun, Rosa Luxembourg ed Emma Goldman, questa cospirazione mondiale per il rovesciamento della civiltà e la ricostituzione della società sulla base dello sviluppo arrestato, dell’invidia malevolenza e impossibile uguaglianza, è in costante crescita. Ha giocato un ruolo decisamente riconoscibile nella tragedia della Rivoluzione francese. È stata la molla principale di ogni movimento sovversivo durante il diciannovesimo secolo, e ora finalmente questa banda di straordinarie personalità del mondo sotterraneo delle grandi città d’Europa e d’America hanno afferrato il popolo russo per i capelli e sono diventate praticamente i padroni indiscussi di quell’immenso impero.

L’alta cabala smascherata da JFK

Fu nei giorni bui della seconda guerra mondiale che Churchill fece riferimento all’esistenza di un'”Alta Cabala” che aveva provocato uno spargimento di sangue senza precedenti nella storia umana.

Si dice anche che Churchill abbia osservato riguardo all’Elite:

“Hanno trasportato Lenin in un camion sigillato come un bacillo della peste dalla Svizzera alla Russia…” (citato da John Coleman in The Tavistock Institute of Human Relations, Global Publications 2006). Loro chi sono’?

Considera la dichiarazione del 1961 del presidente degli Stati Uniti John F. Kennedy (JFK) davanti al personale dei media:

“Signore e signori, la parola “segretezza” è ripugnante in una
società libera e aperta e noi, come popolo, ci siamo opposti,
instrinsecamente e storicamente, alle società segrete, ai
giuramenti segreti e alle riunioni segrete. Siamo di fronte, in
tutto il mondo, ad una cospirazione monolitica e spietata, basata
soprattutto su mezzi segreti per espandere la sua sfera
d’influenza, sull’infiltrazione anziché sull’invasione, sulla
sovversione anziché sulle elezioni, sull’intimidazione anziché sulla
libera scelta.

È un sistema che ha reclutato ampie risorse umane e
materiali nella costruzione di una macchina affiatata, altamente
efficiente, che combina operazioni militari, diplomatiche, di
intelligence, operazioni economiche, scientifiche e politiche.

Le sue azioni non vengono diffuse, ma tenute segrete.
I suoi errori non vengono messi in evidenza, ma vengono
nascosti.
I suoi dissidenti non sono elogiati, ma ridotti al silenzio.
Nessuna spesa viene contestata.
Nessun segreto viene rivelato…

Chiedo il vostro aiuto nel tremendo compito di informare e allertare il popolo americano .”

Società segrete, giuramenti segreti, procedimenti segreti, infiltrazione, sovversione, intimidazione: queste sono le parole usate da JFK!

Il 4 giugno 1963, JFK ordinò la stampa di buoni del Tesoro in dollari invece di banconote della Federal Reserve (Executive Order 11110). Ordinò anche che, una volta stampate, le banconote della Federal Reserve fossero ritirate e i buoni del Tesoro messi in circolazione. Pochi mesi dopo (22 novembre 1963) fu ucciso in pieno giorno davanti a tutto il mondo: il suo cervello esplose.

Dopo aver assunto il potere, il suo successore, il presidente Lyndon Johnson, ha immediatamente cancellato l’ordine di passare ai buoni del Tesoro, mostrando molto chiaramente il motivo per cui JFK fu assassinato, e di ritirare anche un’altro ordine di JFK, di disimpegnarsi militarmente dall’Estremo Oriente ritirando i “consiglieri” statunitensi dal Vietnam, questo è stato immediatamente annullato dopo la sua morte.

Dopo la crisi cubana, JFK voleva una coesistenza pacifica e non conflittuale con l’Unione Sovietica e questo significava che non ci sarebbero state guerre nel mondo. Sapeva che la prossima guerra sarebbe stata nucleare e non ci sarebbero stati vincitori.

L’industria della difesa e le banche che fanno soldi con la guerra appartengono all’Elite. L’Elite aderisce a una filosofia dialettica hegeliana, come sottolineato da Antony Sutton, in base alla quale determinano un “conflitto controllato”. Le due guerre mondiali furono “conflitti controllati”!

La loro arroganza, la loro energia incessante, la loro concentrazione, il loro totale disprezzo per la vita umana, la loro capacità di pianificare decenni in anticipo, di agire in base a tale pianificazione e il loro continuo successo sono sconcertanti e scuotono la fede.

Dichiarazioni di uomini come Disraeli, Wilson, Churchill, JFK e altri non dovrebbero lasciare alcun dubbio nella mente del lettore su chi controlla il mondo.

Il professor Carroll Quigley ha scritto:

Il presidente Franklin Delano Roosevelt scrisse nel novembre del 1933 al colonnello Edward House:

“La vera verità della questione è, come tu e io sappiamo, che un elemento finanziario nei centri più grandi ha posseduto il governo sin dai tempi di Andrew Jackson”.

Si può ricordare che Andrew Jackson, presidente degli Stati Uniti dal 1829 al 1837, era così infuriato dalle tattiche dei banchieri (Rothschild) che disse:

“Sei un covo di vipere. Ho intenzione di scacciarti e per l’Eterno Dio ti caccerò. Se solo la gente capisse l’ingiustizia del nostro sistema monetario e bancario, ci sarebbe una rivoluzione prima del mattino”.

Struttura ad incastro per il controllo dell’Elite

Nel suo libro Big Oil and Their Bankers in the Persian Gulf: Four Horsemen, Eight Families and Their Global Intelligence, Narcotics and Terror Network , Dean Henderson afferma:

“Le mie domande alle agenzie di regolamentazione bancaria in merito alla proprietà di azioni nelle 25 maggiori holding bancarie statunitensi hanno ricevuto lo status di Freedom of Information Act, prima di essere negato per motivi di ‘sicurezza nazionale’. Questo è ironico dal momento che molti degli azionisti della banca risiedono in Europa”.

Questo è, a prima vista, abbastanza sorprendente, ma dimostra che il governo degli Stati Uniti lavora non per il popolo ma per l’Elite. Dimostra anche che la segretezza è fondamentale negli affari dell’Elite.

Nessun media solleverà questo problema perché l’Elite possiede i media. La segretezza è essenziale per il controllo dell’Elite: se il mondo scopre la verità sulla ricchezza, il pensiero, l’ideologia e le attività dell’Elite, ci sarebbe una rivolta mondiale contro di essa.

Henderson afferma inoltre:

“I quattro cavalieri del settore bancario (Bank of America, JP Morgan Chase, Citigroup e Wells Fargo) possiedono i quattro cavalieri del petrolio (Exxon Mobil, Royal Dutch/Shell, BP Amoco e Chevron Texaco); in tandem con altri colossi europei e del vecchio denaro. Ma il loro monopolio sull’economia globale non finisce ai margini della zona petrolifera. Secondo i documenti depositati dalla società 10K alla SEC, i Four Horsemen of Banking sono tra i primi dieci azionisti di praticamente tutte le società Fortune 500.

È noto che nel 2009, delle 100 maggiori entità economiche del mondo, 44 ​​erano società. La ricchezza di queste famiglie, che sono tra i primi 10% azionisti di ciascuna di esse, è di gran lunga superiore alle economie nazionali. In effetti, il PIL globale totale è di circa 70 trilioni di dollari.

La sola ricchezza della famiglia Rothschild è stimata in migliaia di miliardi di dollari. Così è il caso dei Rockefeller che sono stati aiutati e hanno fornito denaro dai Rothschild. Gli Stati Uniti hanno un PIL annuo compreso tra 14-15 trilioni di dollari. Questo diventa insignificante davanti alla ricchezza di questi trilionari.

Con il governo degli Stati Uniti e la maggior parte dei paesi europei indebitati con l’Elite, non dovrebbero esserci assolutamente dubbi su chi possiede il mondo e chi lo controlla.

Per citare Eustace Mullins dal suo libro The World Order:

“I Rothschild governano gli Stati Uniti attraverso le loro Fondazioni, il Council on Foreign Relations e il Federal Reserve System senza serie sfide al loro potere. Vengono regolarmente condotte costose “campagne politiche”, con candidati accuratamente selezionati che sono impegnati nel programma dell’Ordine Mondiale. Se dovessero deviare dal programma, avrebbero un ‘incidente’, sarebbero incastrati con un’accusa di sesso o incriminati per qualche irregolarità finanziaria”.

I membri dell’Elite operano all’unisono contro il bene pubblico, contro una vita migliore per l’umanità in cui l’individuo è libero di sviluppare la propria creatività innata, una vita libera dalla guerra e dallo spargimento di sangue.

James Forrestal, il primo segretario alla Difesa degli Stati Uniti, venne a conoscenza degli intrighi dell’élite e, secondo Jim Marrs, aveva accumulato 3000 pagine di appunti da utilizzare per scrivere un libro. Morì in circostanze misteriose e fu quasi certamente assassinato. I suoi appunti sono stati portati via e una versione igienizzata resa pubblica dopo un anno!

Poco prima di morire, quasi quindici mesi prima dello scoppio della guerra in Corea, aveva rivelato che i soldati americani sarebbero morti in Corea!

Marrs cita Forrestal:

“Questi uomini non sono incompetenti o stupidi. La coerenza non è mai stata un segno di stupidità. Se fossero semplicemente stupidi, a volte commetterebbero un errore a nostro favore”.

Il Gruppo Bilderberg, il Council on Foreign Relations, la Commissione Trilaterale e la madre di tutti questi, The Royal Institute of International Affairs, sono organi in cui vengono prese le decisioni sul futuro dell’umanità. Chi li imposta e li controlla? I “banchieri internazionali” ovviamente.

Nel suo libro The Secret Team: The CIA and its Allies in Control of the United States and the World , il colonnello Fletcher Prouty, che è stato il briefing officer del presidente degli Stati Uniti dal 1955 al 1963, scrive di “un sancta sanctorum di un nuovo ordine religioso”.

Con l’espressione Secret Team si intende un gruppo di “individui autorizzati dalla sicurezza dentro e fuori dal governo che ricevono dati di intelligence segreti raccolti dalla CIA e dalla National Security Agency (NSA) e che reagiscono a tali dati”.

Egli dichiara:

“Il potere del Team deriva dalla sua vasta infrastruttura sotto copertura intra-governativa e dal suo rapporto diretto con grandi industrie private, fondi comuni di investimento e case di investimento, università e media, comprese case editrici straniere e nazionali”.

Aggiunge inoltre:

“Tutti i veri membri del Team rimangono nel centro di potere sia in carica con l’amministrazione sia fuori ufficio con l’insieme hard-core. Semplicemente ruotano da e verso i lavori ufficiali e il mondo degli affari o il piacevole rifugio dell’accademia”.

Formare i giovani di appartenenza dell’Elite

È davvero notevole come “loro” siano in grado di esercitare il controllo e come “loro” trovino sempre le persone per svolgere il lavoro, e in che modo “loro” prendono sempre la decisione “giusta” al momento giusto?

Questo può essere possibile solo se esiste un programma nascosto di addestramento e formazione dei quadri mentali, ideologici, filosofici, psicologici e per quanto riguarda le capacità, per periodi di tempo prolungati e piantandoli nei centri di potere di paesi come gli Stati Uniti, il Regno Unito, ecc. .. Questa formazione dovrebbe iniziare in giovane età in generale.

Ci deve essere anche un metodo di valutazione continua, da parte di piccoli gruppi di uomini altamente qualificati, di sviluppare situazioni con i “loro” uomini che sono piantati nei maggiori centri di potere del mondo in modo che un’azione “riparatrice” immediata, un’azione che favorisca sempre gli interessi dell’élite avvenga. Come succede?

È nel trovare risposte a queste domande che il ruolo delle società segrete e il loro controllo delle università, in particolare negli Stati Uniti, assume un’importanza più profonda. Il lavoro svolto da uomini come Antony Sutton, John Coleman, Eustace Mullins e altri è rivoluzionario.

L’umanità ha un debito con questi studiosi che soffrono per la verità ma non si arrendono. Ogni volta che si rintraccia la fonte di denaro di importanti iniziative progettate per provocare grandi guerre, stabilire politiche per il futuro, rafforzare il controllo dell’Elite sull’umanità, ecc. , lì troverete immancabilmente le cosiddette famiglie di banchieri e i loro tirapiedi che operano all’interno delle Fondazioni.

Nell’aprile 2008 sono stato tra i circa 200 vicerettori, rettori e presidenti di università di Asia, Africa, Europa e Stati Uniti a un vertice di due giorni sull’istruzione superiore per lo sviluppo globale, tenutosi presso il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti a Washington DC. Il vertice è stato affrontato da cinque segretari statunitensi, tra cui il segretario di Stato Condoleezza Rice.

La vera enfasi durante il Summit è stata solo su una cosa: le università nei paesi in via di sviluppo operano in collaborazione con le fondazioni in modo che i problemi globali possano essere risolti! Queste sono fondazioni private e l’unico modo per capire questa enfasi è rendersi conto che il governo degli Stati Uniti è di proprietà di coloro che possiedono queste fondazioni.

Per inciso, il discorso inaugurale è stato pronunciato dal criminale di guerra responsabile di milioni di morti in Ruanda, addestrato nelle istituzioni militari statunitensi e insignito di un dottorato: il dottor Paul Kagame! La primissima presentazione è stata fatta dal CEO della Agha Khan Foundation!

In un affascinante studio sulla società segreta di Yale Skull and Bones, Antony Sutton ha scoperto numerosi aspetti di profonda importanza su questa società.

Nel suo libro America’s Secret Establishment: An Introduction to the Order of Skull & Bones, Sutton sottolinea che c’è una serie di “Old Line American Families and New Wealth” che domina l’Ordine (di Skull & Bones) – la famiglia Whitney, la La famiglia Stimson, la famiglia Bundy, la famiglia Rockefeller, la famiglia Harriman, la famiglia Taft, la famiglia Bush e così via.

Sottolinea inoltre che esiste una connessione britannica:

“I legami tra l’Ordine e la Gran Bretagna passano attraverso Lazard Freres e i banchieri privati. In particolare, l’establishment britannico fondò anche un’università, l’Università di Oxford, e in particolare l’All Souls College di Oxford. L’elemento britannico si chiama ‘The Group’. Il Gruppo si collega all’equivalente ebraico attraverso i Rothschild in Gran Bretagna (Lord Rothschild era un membro originale del “cerchio interno” di Rhodes). L’Ordine negli Stati Uniti si collega alle famiglie Guggenheim, Schiff e Warburg… C’è una connessione con gli Illuminati”.

Ogni anno 15 giovani uomini, e recentemente anche donne, sono stati inseriti nell’Ordine dagli studenti di Yale dal 1832. Chi li seleziona? Uno studio sulle traiettorie di carriera di molti di questi “eletti” mostra come salgono alla ribalta nella vita americana e come i loro coetanei si assicurano che questi uomini penetrino nel tessuto stesso delle importanti istituzioni statunitensi. Sono sempre presenti in posizioni chiave durante la guerra e la pace, manipolando e osservando incessantemente.

L’influenza delle famiglie Elite sui processi di pensiero delle nazioni viene effettuata attraverso istituzioni e organizzazioni accademiche, così come i media. Sutton scrive:

“Tra le associazioni accademiche, l’American Historical Association, l’American Economic Association, l’American Chemical Society e l’American Psychological Association sono state tutte fondate da membri dell’Ordine o da persone vicine all’Ordine. Queste sono associazioni chiave per il condizionamento della società. Il fenomeno dell’Ordine come PRIMO sulla scena si riscontra soprattutto tra le Fondazioni, anche se sembra che l’Ordine mantenga una presenza continuativa tra gli Amministratori della Fondazione…

“Anche il PRIMO Presidente di un’organizzazione influente ma quasi sconosciuta fondata nel 1910 era un membro dell’Ordine. Nel 1920 Theodore Marburg fondò l’American Society for the Judicial Settlement of Disputes, ma Marburg era solo il presidente. Il PRIMO Presidente era il membro William Howard Taft. La Società è stata l’antesignana della League to Enforce Peace, che si è sviluppata nel concetto della Società delle Nazioni e infine nelle Nazioni Unite”.

Le Nazioni Unite sono uno strumento dell’Elite progettato per facilitare la creazione di un governo mondiale sotto il controllo dell’Elite. L’edificio delle Nazioni Unite si trova sulla proprietà dei Rockefeller.

Selezione dei futuri primi ministri per servire il Nuovo Ordine Mondiale

Nel suo articolo, “Oxford University – The Illuminati Breeding Ground“, David Icke racconta un incidente che dimostra come queste società e gruppi segreti, che lavorano per l’Elite, selezionano, addestrano e pianificano di installare i loro uomini in posizioni chiave.

Nel 1940 un giovane si rivolse a un “gruppo di studio” del Partito Laburista in una stanza dell’University College di Oxford. Ha sottolineato di appartenere a un gruppo segreto senza nome che ha pianificato una “acquisizione marxista” della Gran Bretagna, della Rhodesia e del Sudafrica infiltrandosi nel parlamento britannico e nei servizi civili. Dal momento che gli inglesi non amano gli estremisti, liquidano i loro critici come “di destra” mentre si atteggiano a “moderati” (questa sembra l’accusa di antisemitismo dell’ADL, ecc. ogni volta che Israele viene criticato). Il giovane ha dichiarato di essere a capo dell’ala politica di quel gruppo segreto e che un giorno si aspettava di essere nominato Primo Ministro della Gran Bretagna! Il giovane era Harold Wilson che divenne Primo Ministro della Gran Bretagna (1964-70, 1974-76)!

Tutti i giovani che studiano nelle università della Ivy League, e in altre, devono tenere a mente che vengono continuamente esaminati da alcuni dei loro professori con l’intenzione di selezionare tra loro quelli che serviranno l’Elite e diventeranno parte di una rete globale di società e organizzazioni interconnesse, nascoste e palesi, che lavorano per il Nuovo Ordine Mondiale.

Alcuni di quelli già selezionati saranno presenti in mezzo a loro, mescolati a loro e tuttavia, nel loro cuore, separati da loro dal senso di appartenenza a una fraternità con una missione che dura da tempo. Questi giovani sanno anche che saranno ricompensati dall’avanzamento di carriera e anche che se vacillano potrebbero essere uccisi!

La segretezza assoluta e l’assoluta lealtà sono essenziali per il continuo successo di questo programma. Questo viene imposto attraverso la paura dell’omicidio o della bancarotta e attraverso un culto che probabilmente ci riporta ai tempi delle piramidi e prima.

Filosoficamente “loro” credono nella dialettica hegeliana attraverso la quale giustificano l’instaurazione di guerre orribili – eufemisticamente chiamate “conflitti controllati”. La loro ideologia politica è il ‘collettivismo’ per cui l’umanità deve essere ‘gestita’ da un gruppo di uomini, ‘loro’, organizzati allo scopo – una ‘minoranza dominante’ nascosta. ‘Loro’ credono di sapere meglio dei comuni mortali.

Gli Illuminati, i massoni, i membri di altre società segrete conosciute e sconosciute, si uniscono tutti sotto la cabala più ricca della storia umana per portare un’umanità ipnotizzata, dormiente e martoriata da un abisso all’altro.

L’ex agente dell’MI6 John Coleman fa riferimento a un “Comitato di 300” che controlla e guida questo vasto macchinario umano sotterraneo.

Nel suo libro Memoirs, pubblicato nel 2002, David Rockefeller, Sr. ha affermato che la sua famiglia era stata attaccata da “estremisti ideologici” per “più di un secolo… Alcuni credono addirittura che facciamo parte di una cabala segreta che lavora contro i migliori interessi degli Stati Uniti, definendo me e la mia famiglia come “internazionalisti” e cospirando con altri in tutto il mondo per costruire una struttura politica ed economica globale più integrata – un mondo, se vuoi. Se questa è l’accusa, mi dichiaro colpevole e ne sono orgoglioso”. Questo è tutto!

Di Dr. Mujahid Kamran, NewDawnMagazine.com

Informazioni sull’autore: Il Prof. Dr. MUJAHID KAMRAN è Vice Cancelliere, Università del Punjab, Lahore, Pakistan, dove insegna fisica dal 1972. È stato Fullbright Fellow presso l’Università della Georgia, USA, durante il 1988-89 e professore di fisica alla King Saud University, Riyadh, dal 2001 al 2004.

Kamran ha vinto numerosi premi, tra cui l’Abdus Salam Prize (1985), il President’s Pride of Performance Award (1999), l’International Einstein Award for Scientific Achievement (2010), Sitara-e-Imtiaz (2015), per i suoi eccezionali contributi alla ricerca , insegnamento e divulgazione della scienza.

Il suo libro Jadeed Tabiyat Kay Bani ha vinto il premio del National Book Council nel 2000. Il suo libro The Grand Deception – Corporate America and Perpetual War è stato pubblicato nel 2011 da Sang e Meel Publications, Lahore, Pakistan. Il sito web del Prof. Kamran è www.mujahidkamran.com

Se hai trovato l'articolo interessante aiutaci a condividerlo:

Commenta: