Il diario della figlia di Joe Biden rivela: traumi sessuali infantili, abuso di droghe, risentimento per suo padre

Il diario di Ashley Biden è oggetto di un’indagine penale da parte delle autorità federali. Il contenuto e il testo del diario sono finiti online e i passaggi in cui Ashely scrive di suo padre, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, stanno causando polemiche.

Il diario iniziò quando l’autrice si trovava al Florida Rehabilitation Center, dove descrisse i suoi interessi romantici, un matrimonio che poi è andato in pezzi, la battaglia con le dipendenze dalla droga e dal sesso e la sua vita familiare quando suo padre si è candidato per la carica di presidente.

Chi è Asheley Biden?

Il diario della figlia di Joe Biden rivela traumi sessuali infantili, abuso di droghe, risentimento per suo padre

Ashley Blazer Biden è un’assistente sociale, attivista, filantropa e stilista americana. I suoi genitori sono il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e la First Lady Jill Biden.

È stata direttrice esecutiva del Delaware Center for Justice dal 2014 al 2019. Prima del suo ruolo amministrativo presso il centro, ha lavorato nel Delaware Department of Services for Children, Youth, and Their Families.

Ashley ha fondato la società di moda Livelihood, che collabora con il rivenditore online Gilt Groupe per raccogliere fondi per programmi comunitari incentrati sull’eliminazione della disuguaglianza di reddito negli Stati Uniti, lanciandola alla New York Fashion Week nel 2017. È sposata con il medico Howard Krein.

Il diario di Ashley Biden

Il diario di Ashley Biden è oggetto di un’indagine penale da parte delle autorità federali. Il contenuto e il testo del diario sono stati pubblicati da un sito di notizie conservatore prima delle elezioni presidenziali del 2020, ma fino ad ora non ha ricevuto molta attenzione.

Ora il New York Times accusa una donna di nome Aimee Harris di essere la persona che l’ha dato a Project Veritas, che è sotto inchiesta per il suo ruolo nell’acquisizione del diario.

Il contenuto e il testo del diario sono finiti online e i passaggi in cui Ashley scrive di suo padre, il presidente Joe Biden, stanno causando polemiche (link per il download sotto):

Con alcune revisioni apportate al diario in modo da mantenere privata l’identità di alcuni, i media sono ora in grado di pubblicare integralmente il diario di 112 pagine che è stato identificato dall’informatore come appartenente ad Ashley Biden.

Il National File ha ricevuto il documento tramite un informatore che temeva che l’organizzazione mediatica che lo aveva assunto non lo avrebbe pubblicato nei penultimi giorni prima delle elezioni presidenziali.

L’informatore ha fatto il possibile per assumere un esperto che fosse in grado di verificare che il diario fosse effettivamente quello di Ashley Biden nonostante avesse una registrazione della stessa Ashley Biden che ammetteva che il diario era suo.

Una registrazione del suddetto informatore che chiarisce gli sforzi a cui si è rivolto per verificare l’autenticità del diario è in possesso dei media.

All’interno della registrazione, l’informatore aggiunge anche che i media per cui lavora hanno scelto di non pubblicare i documenti dopo essere stato messo sotto pressione da un’altra società di media concorrente.

I media hanno già riportato alcune scoperte sorprendenti all’interno del diario, dove Ashley scrisse che credeva di essere stata vittima di violenza sessuale da bambina e di aver condiviso docce “probabilmente non appropriate” con suo padre.

Contiene anche voci dell’autore che descrivono in dettaglio l’abuso di sostanze, voci sul matrimonio fallito e in rovina dell’autrice insieme a molteplici relazioni, voci che mostrano la famiglia che teme uno scandalo per la nuova casa del fratello e voci che mostrano la profondità del risentimento contro suo padre per i suoi soldi, controllo e tattiche di manipolazione emotiva.

Leggi il diario di Ashley Biden per intero QUI.

Fonte

Se hai trovato l'articolo interessante aiutaci a condividerlo:

Commenta: